Quanto consuma il climatizzatore?

In diversi articoli ci siamo occupati dei consumi di diverse tipologie di elettrodomestici. Abbiamo visto quanto consuma un frigorifero, quanto consuma un forno e quanto consumano una Lavatrice e una Lavastoviglie, e persino quanto consumano le luci di Natale.

In questo articolo cerchiamo di capire per bene quanto consuma il climatizzatore.

Il consumo di energia, come puoi facilmente intuire, varia al variare delle stagioni.

Se provi a mettere in fila i tuoi consumi, ottieni una cosa molto simile a quella nella figura qui sotto.

È evidente che, in estate, il climatizzatore acceso gioca un ruolo importante nell’aumento dei consumi di elettricità.

Ma di preciso:

  • Quanto consuma un climatizzatore?
  • Quanto incide sulla bolletta?

Per rispondere a queste due domande è necessario tenere in considerazione alcuni fattori.

In questo articolo analizziamo quelli che secondo noi sono i due principali:

  1. La potenza del climatizzatore
  2. La classe energetica
  3. Ma non ultimo, l’uso che se ne fa

Il punto 3 riguarda in particolare la differenza tra la temperatura desiderata all’interno della stanza e quella che realmente c’è.

È evidente che se fuori ci sono 40° e imposti una temperatura desiderata di 18° il consumo cresce, e dipende anche dalla qualità dell’isolamento dell’abitazione.

Ok. Ma quanto costa un’ora di climatizzatore acceso?

Risultato immagini per gif domanda

Questa è una bella domanda.

La prima risposta la trovi già nella scheda tecnica del tuo climatizzatore. Nella scheda tecnica, infatti, sono riportati i consumi – massimi e minimi – in modalità raffreddamento.

Di solito viene indicato un range che può variare dai 3/400 ai 1200 W.

È chiaro che dipende dalla classe energetica.

Un climatizzatore di fascia A+++ consuma certamente meno di un A++ e molto, molto meno di un A+.

In ogni caso, per capire a quanti kWh corrispondono i W indicati nella scheda tecnica, è sufficiente dividere il numero per mille.

Nel caso da noi ipotizzato oscilla da 0,3/0,4 kWh a 1,2 kWh.

A questo punto, fermo restando che i fattori che subentrano sono diversi, come abbiamo già detto, prendiamo una media per capire quanto consuma un’ora di climatizzazione.

La media tra 0,3 e 1,2 è 0,75 kWh

Per tradurre questo dato in euro sulla bolletta non dobbiamo far altro che moltiplicare questo numero per il prezzo del kWh praticato dal tuo gestore.

La domanda a questo punto è spontanea?

Quanto costa il kwh?

Risultato immagini per kwh

Bene, nel caso di Union Energia, è estremamente semplice perché noi applichiamo 1 centesimo di spread al PUN, il Prezzo Unico Nazionale, uguale per tutte le compagnie, che non è affatto segreto, anzi: è totalmente trasparente e lo trovi nella tua area personale, sempre aggiornato.

Ma…

C’è un ma.

È necessario precisare che il PUN + 0,01 € è il prezzo diciamo così “netto”, ma a questo vanno aggiunti tutti i costi cosiddetti “passanti”, di cui abbiamo dettagliatamente parlato in questo articolo.

Spero che ti sia chiaro che non è possibile capire nel dettaglio quanto costa un’ora di climatizzazione, ma grazie a questo post avrai imparato a tenere in considerazione alcuni aspetti che prima non conoscevi.

In ogni caso, esiste un modo molto semplice per abbattere completamente i costi di climatizzazione ed è quello di passare ad Union Energia ed azzerare le tue bollette!