Siete davvero green? Ma green-green, o…

Oggi rispondiamo ad un’altra domanda che sempre più spesso i consumatori si pongono e ci pongono.

Ma davvero siete green?

Forse la domanda giusta da fare dovrebbe essere:

Ma che significa essere green?

E perché è importante esserlo?

Cominciamo col dire una cosa molto importante.

Noi vendiamo energia elettrica e gas naturale.  Produrre elettricità, inquina.

Quanto?

Molto, anzi, moltissimo, anzi più di ogni altra cosa.

Il principale fattore di emissione di CO2 a livello mondiale è proprio la produzione di elettricità da combustibili fossili.

Non siamo certo noi a dirlo, ma l’Intergovernmental Panel on Climate Change in questi report.

Il problema quindi, è noto e risolverlo è qualcosa per cui tutti dovrebbero impegnarsi.

È altrettanto evidente che non tutti possono permettersi di installare dei pannelli fotovoltaici sul proprio tetto, per ragioni economiche alcuni, per ragioni logistiche, altri.

L’alternativa è appunto quella di cercarsi un fornitore green.

Essere green non è una moda, non è un modo per distinguersi, e questo te lo garantiamo, anche perché acquistare energia verde, a noi costa di più, ma nonostante questo la rivendiamo come fosse “black”, proprio perché crediamo in quello che facciamo.

Tuttavia è necessario un approfondimento.

Puoi trovare in giro offerte green che in realtà non sono poroprio green-green.

In Che Senso Come Again GIF - InCheSenso ComeAgain WhatDoYouMean - Discover  & Share GIFs

Perdona il tecnicismo, ma è molto importante tu lo sappia, non per scegliere Union Energia, cosa che ovviamente ti consigliamo di fare ma anche e soprattutto per non farti prendere in giro.

Come fa un fornitore a dimostrare di essere green?

Non lo dimostra, in realtà, tecnicamente lo certifica, e a dirla tutta il fornitore non certifica nulla.

La DIRETTIVA 2009/28/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO (la trovi qui, ma sappi che è un pippone di oltre 100 pagine), promuove l’uso delle fonti rinnovabili.

Questa direttiva, stabilisce, tra le altre cose, che un fornitore può certificare di essere “green” acquistando dal GSE le così chiamate Garanzie di Origine.

Si tratta di titoli elettronici che certificano appunto la provenienza dell’energia da impianti che tecnicamente si definiscono “Qualificati IGO”, ossia di impianti certificati come produttori di energia elettrica da fonti rinnovabili.

In conclusione, l’unico modo concreto per capire se hai davvero a che fare con un fornitore green è quello di controllare il suo “mix energetico”.

Il nostro mix energetico, è un dato pubblico che trovi nelle CTE (Condizioni Tecnico Economiche)

Abbiamo preso un impegno concreto: il 100% della nostra energia, quella che immettiamo in rete, proviene da impianti certificati IGO.

Quindi sì, è green.

Davvero.